Blog di Andreas Formiconi

Un caro amico ha diffuso questo appello in una newsletter. Chi è in grado di rispondere utilmente mi scriva, farò da tramite.

Vi scrivo nella speranza di coinvolgere più esseri umani possibile su necessità che non sono, se mai lo sono state, delegabili a qualcuno (politici, strutture, chiese…), ma che in realtà riguardano la coscienza di ognuno di noi.

In ballo sono fratelli e sorelle di un’umanità rigettata, che cerchiamo sbrigativamente di allontanare scaricandole colpe, paure e responsabilità, senza avere l’onestà ed il coraggio di guardare le nostre e affrontarle insieme.

Tanti esseri umani si ritrovano, a causa di leggi che sfidano il minimo buonsenso, sulla strada senza un tetto sulla testa o senza avere di che mangiare, dall’oggi al domani.  È terribile come una cosa così tragica avvenga sotto gli occhi chiusi della maggior parte delle persone, nell’ignoranza totale di quello che sta dietro o peggio nella complicità…

View original post 73 altre parole